Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Nel 2017-2020 scadono 130 concessioni sugli idrocarburi

energia idrocarburi 14 aprile 2017

ROMA (Public Policy) - Nel quadriennio 2017-2020 scadranno 130 concessioni per la ricercaestrazione di idrocarburi per un controvalore di canoni pari a 230 milioni (ossia oltre l’80% dei canoni complessivi registrati per il 2015). A sottolinearlo è il Def, nel capitolo in cui si evidenzia la volontà del Governo di effettuare una revisione sistematica delle concessioni di beni rilasciate dalle Amministrazioni pubbliche.

Le concessioni sugli idrocarburi - rilasciate dal ministero dello Sviluppo economico - riguardano la prospezione, la ricerca, l’estrazione e lo stoccaggio di idrocarburi liquidi (petrolio) e gassosi, in terraferma, nel mare e nella piattaforma continentale.

Nel 2015 erano attive 220 concessioni per l’estrazione e lo stoccaggio, da cui sono originate entrate per 275 milioni, derivanti dall’applicazione di un canone annuo e di una royalty. (Public Policy) RED

© Riproduzione riservata