Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

I 5 stelle contro il cervellone del Miur: zero trasparenza

scuola 07 settembre 2015

ROMA (Public Policy) - "Non riteniamo accettabile questa totale mancanza di trasparenza da parte dell'amministrazione pubblica rispetto al procedimento automatizzato adottato dal Miur che, attraverso la selezione e incrocio di dati, ha definito i criteri di assegnazione delle cattedre ai docenti. Si tratta di un meccanismo che incide sulla viva pelle di decine di migliaia di persone e di cui gli italiani sono tenuti all'oscuro. Per questa ragione presenteremo un'interrogazione in Parlamento al ministro dell'Istruzione".

Lo affermano in una nota i parlamentari del Movimento 5 stelle in commissione Cultura di Camera e Senato.

"Siamo oltre la soglia della decenza: non solo il Miur ha proceduto alle assunzioni senza ricorrere a procedure pubbliche, ma si è affidato a un 'cervellone' che, assicurano da viale Trastevere, avrebbe funzionato perfettamente. Francamente le rassicurazioni del ministero non solo non bastano, ma non ci interessano: quello che vogliamo è trasparenza sulle procedure, che devono essere di dominio pubblico".

"Tra l'altro il Miur, che molto avrebbe da chiarire anche circa alcune assunzioni al suo interno, dopo la raccolta iniziale delle domande da parte dei docenti, avrebbe dovuto rendere pubbliche le graduatorie". (Public Policy) RED

© Riproduzione riservata