Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

5 stelle e Sel chiedono al governo di riconoscere lo Stato della Palestina

palestina 14 ottobre 2014

ROMA (Public Policy) - "L'Italia riconosca pienamente e formalmente lo Stato della Palestina nei confini del 1967, secondo le risoluzioni delle Nazioni Unite". Lo chiedono i deputati M5S delle commissioni Esteri e Difesa, all'indomani dal voto bipartisan del parlamento britannico. "Si tratterebbe - spiegano - di un atto concreto verso la pace in Medio Oriente, a garanzia della sicurezza e della libertà del popolo palestinese ed israeliano".

"Per questo, accogliendo il parere espresso dalla Camera dei Comuni e il riconoscimento formale giunto dall'esecutivo svedese, presenteremo in questi giorni una mozione che impegna il governo a prendere una posizione chiara sulla questione - annunciano i deputati -, a fronte dell'immobilismo mostrato sino ad ora dal ministro Mogherini".

La conferenza dei donatori per la ricostruzione di Gaza svoltasi al Cairo ha raccolto 5,4 miliardi di dollari. Per i parlamentari M5s si tratta di "risorse importanti", ma "ricostruire Gaza non servirà a nulla se si mantiene l'embargo. Bisogna essere consapevoli che se l'insieme delle restrizioni dovesse permanere, anche in questa fase assisteremo a un ulteriore consolidamento del consenso di cui gode Hamas. Per questo - concludono i deputati M5S - riteniamo il riconoscimento dello Stato palestinese oggi un passo avanti decisivo, e non più rinviabile, per la stabilità regionale".

IL TWEET DI SCOTTO "Dopo la Svezia, un altro Paese europeo, l'Inghilterra, riconosce ufficialmente lo Stato palestinese. Adesso anche l'Italia faccia lo stesso. Sel presenterà una mozione in Parlamento affinché diventi reale il riconoscimento della Palestina da parte del nostro Paese". Lo scrive su Twitter il capogruppo Sel alla Camera, Arturo Scotto.(Public Policy)

RED

© Riproduzione riservata