Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

8 MARZO, NAPOLITANO: L'ITALIA SI DIA UN GOVERNO

08 marzo 2013

(Public Policy) - Roma, 8 mar - Non si perda tempo. I
problemi sono tanti e tali che urge dare un governo al
Paese. Giorgio Napolitano, nel corso della celebrazione
della Giornata internazionale della donna, ha dichiarato: "I
problemi urgenti e le questioni di fondo che riguardano
l'economia, la società, lo Stato, non possono aspettare,
debbono ricevere risposte e dunque richiedono che l'Italia
si dia un Governo ed esprima uno sforzo serio di coesione".

Il presidente della Repubblica ha poi spiegato: "Tutti i
problemi acuiti dalla crisi si ripercuotono nella vita
quotidiana della gente, e per le famiglie più disagiate
drammaticamente. Siamo sempre riusciti a superare i più
acuti momenti di crisi e rischi di scontro sul piano
istituzionale: dobbiamo riuscirci anche questa volta".

La cerimonia al Quirinale ha avuto come tema "Avanti
ragazze!". In chiusura del suo settennato, infatti, il
presidente della repubblica ha scelto di dedicare la
giornata alle giovani donne (under 35) come un augurio per
il futuro del Paese, perché l'Italia sia sempre più in grado
di valorizzare il contributo femminile nel mondo del lavoro,
nella cultura, in generale nella società.

Napolitano ha consegnato 6 onorificenze dell'Ordine al
Merito della Repubblica Italiana (Omri) e 2 Attestati
d'Onore del Presidente della Repubblica, per premiare
ragazze e giovani donne che si sono particolarmente distinte
per il loro impegno sociale, per i risultati raggiunti nella
ricerca scientifica, in campo musicale, sportivo.

OMRI
Maria Giovanna Dainotti (Cavaliere): per i suoi studi sul
possibile utilizzo delle esplorazioni di raggi gamma per
indagare sulle origini dell'universo;

Elena Fortunati (Cavaliere): per le sue ricerche su un
possibile sviluppo di supporti biodegradabili per
applicazioni biomediche e imballaggi alimentari;

Maria Cristina Pernice (Cavaliere): per la sua continuativa
attività di insegnamento nelle carceri, positivo esempio di
impegno civico;

Chiara Scipioni (Cavaliere): per l'impegno e la dedizione
con cui pratica assistenza legale a donne vittime di
violenze, maltrattamenti e sfruttamento;

Alessandra Sigillo (Cavaliere): per il fruttuoso ausilio,
attraverso l'educazione musicale, all'integrazione di
studenti che vivono in situazioni socialmente svantaggiate;

Loredana Tarraran (Cavaliere): perché fornisce un felice
esempio di giovane ricercatrice dedicata al tema
dell'ambiente e dell'economia sostenibile.

ALFIERI DELLA REPUBBLICA
Alessandra Deriu: per i traguardi raggiunti nel gioco del
calcio, attività sportiva tradizionalmente maschile;
Erica Piccotti: per gli eccezionali risultati in campo
musicale ottenuti già in giovanissima età. (Public Policy)

SPE

© Riproduzione riservata