Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

"Si può fare impresa anche dopo il referendum sull'acqua"

acqua 25 marzo 2015

ROMA (Public Policy) - Nel settore idrico, "dal 2011 in poi, abbiamo sviluppato un'attività normativa e di regolazione che, nel pieno rispetto dell'esito referendario, ha cominciato a ricostituire certezze per gli operatori e permetta di fare impresa anche nel quadro normativo" post referendario.

Lo ha detto il viceministro dello Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, durante gli Stati generali sull'acqua. "C'è spazio e dobbiamo fare perno sulla capacità imprenditoriale"

degli operatori del settore idrico, ha aggiunto il viceministro, sottolineando la necessità "di accelerare la entrata in operatività degli Ato". (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata