Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Acqua, Federutility: mancano 1-2 mld investimenti per arrivare a standard Ue

acqua 14 maggio 2014

ROMA (Public Policy) - Per allineare il servizio idrico italiano agli standard europei servirebbero investimenti pari a 80 euro ad abitante/anno rispetto agli attuali 51. È quanto emerge dal Blue book 2014, realizzato da Fondazione Utilitatis, in collaborazione con Federutility e la partecipazione di Anea.

Nel biennio 2012-2013 si sono registrati investimenti pari a 1,9 miliardi di euro su scala nazionale (pari a circa a 30 euro ad abitante/anno); per il biennio in corso (2014-2015) il livello di investimenti previsto è invece di 3,1 miliardi, pari a a 51 euro ad abitante/anno. "Questo valore non rappresenta però il fabbisogno a regime ove fossero disponibili sufficienti risorse finanziare", si legge nella relazione.

Attraverso il confronto europeo, "è stato valutato il fabbisogno di investimenti per l'Italia che si attesta a 4-5 miliardi di euro l'anno, pari a circa a 80 euro ad abitante/anno, per soddisfare sia la necessità di nuove opere sia i fabbisogni di rinnovo e ricostruzione del sistema a livelli tripli di quelli attuali", scrivono ancora gli autori. In altri Paesi europei, ad esempio in Danimarca, si investono 129 euro per abitante all'anno, nel Regno Unito 102 euro, in Francia 88. (Public Policy)

FRA

© Riproduzione riservata