Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Che succede in Parlamento questa settimana

Che succede in Parlamento questa settimana 27 luglio 2015

ROMA (Public Policy) - L'aula della Camera riprende i suoi lavori lunedì alle 11 con la discussione generale del ddl Penale, approvato dalla commissione Giustizia venerdì scorso.

Seguirà l'esame di ddl di ratifica dell'accordo di libero scambio Unione europea-Repubblica di Corea (approvato dal Senato); dell'accordo tra Ue, Comunità europea dell'energia atomica e Moldova; dell'accordo Italia-Russia sul riconoscimento reciproco dei titoli di studio; dell'accordo di associazione tra Ue, Comunità europea dell'energia atomica e Georgia.

Martedì dalle 10,30 ci sarà lo svolgimento di interpellanze e interrogazioni. Dalle 15, con eventuale prosecuzione notturna, seguirà l'esame del ddl Penale e si esamineranno le mozioni sul fenomeno dei matrimoni precoci e forzati di minori e sul contrasto dei cambiamenti climatici.

A seguire ci sarà il seguito dell'esame dei ddl di ratifica iniziati lunedì, l'esame della pdl Inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell'ergastolo e si inizierà la discussione generale sul dl Eunavfor-Med.

Mercoledì, con sedute di mattina e di pomeriggio, si proseguirà l'esame degli argomenti non conclusi. Alle 15 ci sarà il question time e alle 16,15 l'informativa urgente del governo sulla posizione assunta nell'ambito dell'Eurogruppo del 12 luglio scorso con riguardo alla situazione economico-finanziaria della Grecia e sugli intendimenti in merito alla ristrutturazione del debito sovrano.

Giovedì, mattina e pomeriggio, si proseguirà l'esame degli argomenti previsti nella giornata precedente e non conclusi. Venerdì mattina alle 9,30 ci sarà lo svolgimento di interpellanze urgenti e quindi l'eventuale seguito degli argomenti non conclusi.

AL SENATO
I lavori dell'aula del Senato riprendono lunedì alle 16 con la discussione generale del dl Enti locali, licenziato dalla commissione Bilancio nella notte tra giovedì e venerdì scorso.

Martedì dalle 9 alle 20,30 si proseguirà l'esame del decreto: il governo dovrebbe presentare un maxiemendamento su cui porrà la questione di fiducia. In coda ci sarà il seguito dell'esame del ddl Rai, interrotto la scorsa settimana per mancanza dei pareri sugli emendamenti da parte della commissione Bilancio.

Mercoledì, sempre con seduta unica dalle 9,30 alle 20,30, ci sarà il seguito dell'esame degli argomenti non conclusi e la votazione sulla decisione della Giunta delle immunità sulla richiesta di arresto di Antonio Azzollini (Ncd).

Giovedì, sempre con seduta fiume dalle 9,30 ci sarà il seguito dell'esame del ddl Rai: le dichiarazioni di voto finale ci saranno a partire dalle 9,30 di venerdì. Quindi ci sarà il via libera e il ddl passerà alla Camera. (Public Policy) RED

© Riproduzione riservata