Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

AGRICOLTURA, CIOLOS (UE): ENTRO NOVEMBRE VOTO SU TESTI APPLICATIVI PAC

agricoltura 08 ottobre 2013

AGRICOLTURA, CIOLOS (UE): ENTRONOVEMBRE VOTO SU TESTI APPLICATIVI PAC

(Public Policy) - Roma, 8 ott - "È probabile che i testi andranno presto in ordine del giorno della plenaria di fine ottobre. Con ogni probabilità a novembre il Consiglio dei ministri dell'agricoltura avrà in agenda l'adozione di questi testi legislativi ed entro la fine del mese prossimo avremo il voto il formale politico. Poi procederemo a tradurre i testi in tutte le lingue ufficiali dell'Unione, così da poterli pubblicare in gazzetta".

Lo ha detto il commissario europeo all'Agricoltura Dacian Ciolos, riferendosi ai testi legislativi per l'applicazione della Politica agricola comune (Pac), questa mattina nel corso di un'audizione sulla Pac, davanti alle commissioni riunite Agricoltura e Ambiente di Camera e Senato. Ciolos ha poi specificato che "per questi testi non aspetteremo la pubblicazione formale per informare gli Stati membri. Ho chiesto infatti di consultare da subito gli Stati membri per far sì che questi possano prepararsi da subito".

SUL TABACCO
"La decisione di togliere il tabacco dall'elenco delle colture che hanno diritto al pagamento diretto è già stata presa e abbiamo deciso di non tornare su questa decisione, perché si è trattata di una decisione politica che è dipesa anche dalla politica della salute. L'Europa - ha aggiunto Ciolos - infatti è spesso attaccata per incoerenza. Per il tabacco da una parte lo si deve coltivare con sovvenzioni e dall'altra si spendono soldi per politiche sulla salute, con prove tangibili che accostano i danni alla salute con il consumo tabacco".

IL REGOLAMENTO SULLO SVILUPPO RURALE
"Stiamo lavorando al regolamento transitorio per il 2014, che riguarda soprattutto il programma per lo sviluppo rurale. Per i pagamenti diretti 2014 ricorreremo al nuovo bilancio 2014-2020, mentre le norme dei pagamenti diretti rimarranno le stesse che ci sono adesso".

"Passeremo alla nuova Pac (Politica agricola comune; Ndr) per i pagamenti diretti a cominciare dall'anno di pagamento 2015. Per lo sviluppo rurale abbiamo bisogno di certe disposizioni transitorie, poiché non si interrompono alcuni pagamenti come quelli sulle aree svantaggiate o sulle misure ambientali e, forse, anche a favore dei pagamenti ai giovani agricoltori". (Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata