Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

AGRICOLTURA, FASSINA (PD): POSSIBILE UN NUOVO MERCATO DEL LAVORO

temps-modernes 20 febbraio 2013

294116_0_1

(Public Policy) - Roma, 20 feb - "Abbiamo discusso per sei mesi
sull'abolizione dell'articolo 18 sui diritti dei
lavoratori contro i provvedimenti del ministro del Lavoro Fornero,
ora posso dire con più sicurezza che nel prossimo Governo
cambieremo quei provvedimenti".

Lo dice Stefano Fassina, responsabile Economia del Pd,
durante il suo intervento al convegno organizzato da
Flai-Cgil, "Un nuovo mercato del lavoro in agricoltura è
possibile".

"Dobbiamo tenere insieme
diritti e la nostra specializzazione produttiva.
L'innalzamento di uno insieme all'altra. Non si deve per
forza sottopagare un lavoratore per avere più e migliore
produzione. Devono essere due percorsi sinergici. Diritti
dei lavoratori e specializzazione produttiva sono due facce
della stessa medaglia".

"I problemi che affrontiamo sono invisibili - dice ancora -
dobbiamo dare visibilità a quello che avviene. Un'Europa che
si rassegna a considerare la civiltà del lavoro come una
parentesi da superare, che si convince che il binomio
lavoro-diritti non può esistere, non può aiutarci nel nostro
lavoro".

"Pier Luigi Bersani, oggi
leader del centrosinistra, quando è stato ministro dello
Sviluppo economico introdusse il programma 'Industria 2015'.
Oggi vogliamo allargare quella prospettiva: nella prossima
legislatura proporremo un altro programma, 'Servizi,
agricoltura e produzione 2020'". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata