Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

AL SENATO È MANCATO IL CORAGGIO, ALTRO CHE RINNOVAMENTO /INTERVISTA

PARTITI, ESPOSITO: MA CHE CI STANNO A FARE CIVATI E PUPPATO NEL PD? 19 marzo 2013

Elezioni Politiche 2013, conferenza Pierluigi Bersani

(Public Policy) - Roma, 19 mar - (di Gaetano Veninata) "Cosa
vuole che le dica, manca il coraggio, le 'palle' sono merce
rara in politica, io rimango dell'idea che bisogna
continuare con il rinnovamento a tutti i livelli".

Stefano Esposito è l'unico senatore del Pd che si è astenuto durante
la votazione di oggi che ha eletto Luigi Zanda capogruppo
democratico a Palazzo Madama (vedi Public Policy
"SENATO...", delle 16,10) e difende la sua scelta "per
ragioni di merito politico".

D. PERCHÈ SI È ASTENUTO?
R. Mi aspettavo discontinuità, mi sembrava avessimo scelto
di procedere in una strada di rinnovamento, di alternanza,
come alla Camera dove verrà eletto Roberto Speranza (classe
1979; Ndr). Invece si è scelta la continuità, Zanda è una
bravissima persona ma ha fatto per 7 anni il vice capogruppo.

Temo che rischiamo di ritrovarci di nuovo in una logica
correntizia: un bersaniano alla Camera, un franceschiniano
al Senato, un lettiano alla vicepresidenza, eccetera
eccetera eccetera.

D. LEI CHI CI AVREBBE MESSO?
R. Avrei visto bene una donna, per il principio
dell'alternanza di genere: ad esempio Laura Puppato,
nonostante io sia un pro Tav convinto e lei no.

D. COME SI SPIEGA IL FATTO CHE È STATO L'UNICO A NON VOTARE
PER ZANDA CAPOGRUPPO?
R. Mancanza di coraggio, le 'palle' sono merce rara in
questa politica.

D. COME PENSA FINIRÀ AL SENATO, BERSANI RIUSCIRÀ A
GOVERNARE?
R. Noi abbiamo fatto una grande operazione politica con
l'elezione di Pietro Grasso, ma è sbagliato inseguire i 5
stelle. Dobbiamo proporre tre cose: legge elettorale,
abolizione dell'Imu sulla prima casa e pagamento del debito
Pa nei confronti delle imprese.

Immagino un governo che abbia 'anche' l'appoggio del
Movimento 5 stelle, ma mai del Pdl. Piuttosto che
governissimi o altri governi tecnici meglio andare a votare.
(Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata