Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

AMBIENTE, RISOLUZIONE REALACCI: GOVERNO STANZI 500MLN L'ANNO PER DIFESA SUOLO

AMBIENTE, RISOLUZIONE REALACCI: GOVERNO STANZI 500MLN L'ANNO PER DIFESA SUOLO 03 ottobre 2013

AMBIENTE, RISOLUZIONE REALACCI: GOVERNO STANZI 500MLN L'ANNO PER DIFESA SUOLO

(Public Policy) - Roma, 3 ott - Prevedere nella legge di Stabilità per il 2014 stanziamenti pluriennali pari ad almeno 500 milioni di euro annui, per la realizzazione da parte del ministero dell'Ambiente di un Piano per la difesa del suolo, "quale vera e propria grande opera infrastrutturale". Utilizzare risorse statali e regionali per interventi di prevenzione e manutenzione per contrastare il dissesto idrogeologico, sganciandole dal Patto di stabilità.

Questi alcuni degli impegni al Governo contenuti nella risoluzione in tema di dissesto idrogeologico votata oggi all'unanimità dai deputati della commissione Ambiente della Camera. L'atto porta la firma del presidente della commissione Ermete Realacci (Pd), ma è stato firmato in un secondo momento anche dagli altri gruppi politici.

Presente questa mattina in commissione anche il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando. Tra gli impegni, il Governo dovrà "prevedere, nell'ambito dell'Accordo di partenariato relativo alla programmazione italiana dei fondi strutturali europei 2014-2020, uno specifico obiettivo tematico in materia di adattamento al cambiamento climatico e di prevenzione e gestione dei rischi ambientali". In particolare, i finanziamenti europei dovranno essere investiti per "fronteggiare le conseguenze del dissesto dei territori montani".

Inoltre, il Governo dovrà garantire "la possibilità per il sistema della protezione civile di operare in modo tempestivo ed efficace nel campo del contrasto ai danni provocati dal dissesto idrogeologico, compresa la garanzia del buon finanziamento del sistema di allerta nazionale costituito nell'ambito del sistema nazionale di protezione civile". In ultimo la risoluzione impegna l'Esecutivo a "individuare adeguati finanziamenti per l'attuazione del programma quadro per il settore forestale come richiesto dalla Conferenza Stato-Regioni, nell'ambito degli incontri tecnici e politici che hanno portato all'approvazione finale del programma quadro per il settore forestale già nel 2008". (Public Policy) SOR

© Riproduzione riservata