Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Antitrust, Google accetta le richieste della Commissione Ue

google 05 febbraio 2014

ROMA (Public Policy) - Google ha accettato di venire incontro alle richieste dell'Unione europea in materia di antitrust, garantendo che ogni volta che promuove i propri servizi di ricerca specializzati sulla sua pagina web (ad esempio per alberghi o ristoranti), garantirà visibilità anche ai servizi di tre concorrenti, scelti "in maniera obiettiva".

Lo si legge in una nota diffusa dalla Commissione europea. Si tratta di un passo che avvicina l'azienda Usa alle richieste della Commissione europea e potrebbe portare alla fine dell'indagine antitrust su Google avviata nel 2010.

LE PAROLE DI ALMUNIA
Soddisfatto il vicepresidente della Commissione, responsabile della concorrenza, Joaquín Almunia: "La mia missione è quella di tutelare la concorrenza a vantaggio dei consumatori, non dei concorrenti, e credo che la nuova proposta accettata da Google dopo lunghe e difficili trattative risponda alle preoccupazioni" di Bruxelles.

LE PROSSIME MOSSE DELLA COMMISSIONE
La Commissione Ue nel prossimo periodo informerà coloro che in passato avevano denunciato Google (una dozzina di siti europei) spiegando perchè ritiene l'offerta di Google in grado di rispondere positivamente alle loro preoccupazioni. Gli stessi accusatori dell'azienda Usa avranno poi la possibilità di comunicare a loro volta le osservazioni in merito, prima che la Commissione prenda una decisione definitiva. (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata