Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Appalti, cosa cambia per le procedure negoziate senza bando

appalti 20 maggio 2015

ROMA (Public Policy) - Individuare "espressamente i casi nei quali, in via eccezionale, non è possibile ricorrere alla procedura negoziata senza precedente pubblicazione di un bando di gara".

È quanto prevede un emendamento al ddl delega sugli appalti, approvato in commissione Lavori pubblici al Senato. La modifica, a prima firma Andrea Cioffi (M5s), modifica il principio di delega sulla trasparenza delle procedure di gara.

L'ESEMPIO EATALY E DELLE AGENZIE DI STAMPA
Si tratta di casi come quello di Eataly a Expo, laddove la società guidata da Oscar Farinetti ha stretto un accordo con Expo 2015 Spa per realizzare Italy is Eataly (ovvero venti ristoranti regionali), senza aver fatto una gara.

Questo fu il commento, sul caso, di Giuseppe Sala, commissario unico del governo per la manifestazione: “Possiamo non fare una gara quando c’è unicità. E dal nostro punto di vista Eataly è unico”.

Lo stesso discorso vale per la copertura mediatica dell'evento milanese, con giornali e agenzie di stampa che in alcuni casi si sono aggiudicati appalti con procedura negoziata senza pubblicazione del bando. (Public Policy) FRA-GAV

© Riproduzione riservata