Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Appalti, Mucchetti chiede il divieto espresso di taciti rinnovi

appalti 20 aprile 2015

ROMA (Public Policy) - Prevedere "una disciplina di assegnazione dei servizi pubblici locali esclusivamente sulla base di gare e/o tramite procedure competitive ad evidenza pubblica che prevedano, altresì, il divieto espresso di taciti rinnovi". È quanto prevede un emendamento a firma Massimo Mucchetti (Pd) al ddl delega appalti presentato in commissione Lavori pubblici al Senato.

La stessa proposta di modifica chiede di aggiungere nella delega l"individuazione di meccanismi attraverso i quali, i concessionari o gli affidatari di servizi pubblici locali, a seguito di specifica richiesta e ai fini di pubblica trasparenza, sono tenuti a fornire ai Comuni che decidono di bandire gare per l'affidamento del relativo servizio, i dati concernenti le caratteristiche tecniche degli impianti e delle infrastrutture, il loro valore contabile di inizio esercizio, secondo parametri di mercato, le rivalutazioni e gli ammortamenti e ogni altra informazione necessaria per definire i bandi".

Un'ultima parte dell'emendamento prevede di inserire la "valorizzazione di forme di partenariato pubblico-privato avviate solo sulla base di una procedura di gara o comunque di una procedura competitiva ad evidenza pubblica". (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata