Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Aree protette e concessioni, cosa (non) cambia: il canone

ambiente 18 febbraio 2016

ROMA (Public Policy) - di Fabio Napoli - Resta al 10%, come prevede il ddl attuale, l'ammontare del contributo annuale sul canone di concessioni idroelettriche che i titolari dovranno pagare per le loro attività all'interno delle aree protette.

Lo prevede un emendamento al ddl sulle aree protette del relatore Massimo Caleo (Pd), depositato in commissione Ambiente al Senato.

Una bozza dell'emendamento anticipata la settimana scorsa da Public Policy prevedeva invece un contributo al 30%.

L'emendamento riscrive per intero l'articolo 9 del ddl, facendo una sintesi delle varie proposte emendative presentate.

L'articolo in via di riscrittura aggiorna l'articolo 16 della legge quadro sulle aree protette, sulle entrate dell'Ente parco, prevedendo una sorta di prelievo per le attività estrattive ed energetiche all'interno dei parchi.

continua - in abbonamento

@ShareTheRoadFab

© Riproduzione riservata