Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Art bonus, ok all'emendamento per l'aggiornamento del sistema di classificazione degli alberghi

hotel 01 luglio 2014

ROMA (Public Policy) - Aggiornare "gli standard minimi e uniformi su tutto il territorio nazionale dei servizi e delle dotazioni per la classificazione delle strutture ricettive e delle imprese turistiche, tenendo conto delle specifiche esigenze connesse alle capacità ricettiva e di fruizione dei contesti territoriali".

Sarà quello che il ministro dei Beni e delle attività culturali dovrà fare con un decreto da emanare entro tre mesi dall'entrata in vigore del decreto Cultura e turismo. Lo prevede un nuovo emendamento al decreto Cultura e turismo, approvato nelle commissioni Cultura e Attività produttive della Camera e presentato dalle relatrici, Emma Petitti e Maria Coscia (entrambe del Pd).

L'emendamento, che riscrive per intero l'articolo 10 del dl sul credito d'imposta per la riqualificazione delle strutture alberghiere, stabilisce che il decreto dovrà essere emanato d'intesa con la Conferenza Stato-Regioni con un riferimento particolare alla alla Convenzione dell'Onu sui diritti delle persone con disabilità.

Un subemendamento approvato del gruppo Misto-Minoranze linguistiche ha esteso l'obbligo di aggiornamento anche per i condo-hotel, le strutture alberghiere che mettono in vendita le proprie stanze. Un subemendamento Sel approvato stabilisce invece che l'aggiornamento dovrà essere fatto dal ministro per i Beni e le attività culturali "sentita la Conferenza unificata". (Public Policy)

Tutto sul decreto Art bonus, con gli emendamenti approvati e il lavoro in commissione, in abbonamento(Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata