Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il bail-in non va usato mai, parola di sottosegretario

banche ue 30 giugno 2017

ROMA (Public Policy) - "Le recenti vicende bancarie hanno insegnato alla politica che il meccanismo di bail-in non va bene, indicando pertanto al Governo la necessità di adottare ogni misura per non utilizzare mai tale meccanismo, sebbene molti, in Europa, spingessero per la sua applicazione. Tale contrarietà del Governo italiano rispetto al meccanismo del bail in, che naturalmente deve essere evidenziata con chiarezza anche nell'ambito del dibattito europeo, è legata alla constatazione che esso non risolve i problemi delle banche e, anzi, danneggia proprio i segmenti più deboli del sistema bancario".

Lo ha detto il sottosegretario Pier Paolo Baretta parlando, come si legge dai resoconti, in commissione Finanze alla Camera del dl Salva banche venete.

"La linea costantemente seguita dal Governo rispetto ai problemi delle due banche venete - ha aggiunto - è stata trasparente, rifiutando l'ipotesi di utilizzare il bail-in e perseguendo invece la strada, già seguita per MpS, di realizzare una ricapitalizzazione precauzionale delle medesime banche. Tale linea è stata mantenuta dall'Esecutivo fino a quando non è emerso un grave elemento di criticità rispetto a tale strategia, nel momento in cui l'Unione europea ha affermato la necessità che all'investimento pubblico di ricapitalizzazione si affiancassero anche capitali privati".

Baretta ha quindi sottolineato "come il Governo si sia mosso con determinazione e rapidità, nelle condizioni date, per risolvere una situazione particolarmente complessa". (Public Policy) VIC

© Riproduzione riservata