Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Banche, c'è un problema: la commissione Giustizia

banche unicredit 03 maggio 2016

di Viola Contursi

aggiornamento 4 maggio 2016: Sarà assegnato in sede referente alla sola commissione Finanze del Senato il decreto Indennizzi-Banche, varato dal Cdm venerdì e in vigore da oggi. Lo si apprende da fonti parlamentari.

ROMA (Public Policy) - Mentre il decreto Indennizzi-banche, varato dal Consiglio dei ministri di venerdì, è ancora in fase di revisione e ritocchi e un testo definitivo tarda a essere diffuso, già nel governo si ragiona sull'iter parlamentare.

Che potrebbe essere più tortuoso del dovuto se iniziasse, come dovrebbe, da Palazzo Madama. Secondo il principio dell'alternanza il decreto dovrebbe essere assegnato al Senato perché la Camera ha esaminato in prima lettura il decreto sulle Bcc.

Visto il contenuto (in materia bancaria e fiscale sì ma anche in materia di giustizia civile e fallimentare) il testo dovrebbe essere assegnato sia alla commissione Finanze che alla commissione Giustizia.

A Palazzo Chigi e tra la maggioranza, però, secondo quanto apprende Public Policy, si starebbe valutando il da farsi: la 2a commissione del Senato, infatti, viene considerata quasi ingestibile e fonte di più di un pensiero.

Oltre la vicenda delle unioni civili, anche l'ultima 'performance' sulla pdl Negazionismo non ha fatto che confermare, negli ambienti del governo e della maggioranza, il timore nell'affidarle in prima lettura un decreto così delicato.

Alla fine, dunque, si potrebbe decidere di assegnarlo in sede referente solo alla commissione Finanze di Palazzo Madama oppure, violando in qualche modo la prassi, nuovamente alla Camera, blindando il testo in seconda lettura. (Public Policy)

@VioC

© Riproduzione riservata