Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

CAMERA, A FINE MAGGIO INIZIO DIBATTITO SU RIFORME

15 maggio 2013

CAMERA, A FINE MAGGIO INIZIO DIBATTITO SU RIFORME

(Public Policy) - Roma, 15 mag - A fine maggio dovrebbe
iniziare alla Camera il dibattito sulle riforme
istituzionali. È quanto avrebbe deciso, secondo una fonte
interna, la riunione dei capigruppo di Montecitorio, in
corso da questa mattina alle 9,30.

Secondo fonti parlamentari, durante la riunione si parla
anche dell'elezione di un nuovo vicepresidente della Camera,
del dibattito sulla violenza sulle donne che dovrebbe essere
calendarizzato in Aula per metà mese e della questione delle
bicamerali.

TUTTE LE DECISIONI DELLA CAPIGRUPPO:

CAMERA, SOLO 4 GRUPPI HANNO PRESENTATO STATUTI, BOLDRINI RICHIAMA I PARTITI
(Public Policy) - Roma, 15 mag - Diversi partiti, tra cui
Pdl e Scelta civica, non hanno ancora depositato per la
pubblicazione i propri statuti, come previsto dal
regolamento della Camera. Il termine è già scaduto, essendo
fissato in 30 giorni dalla composizione dei gruppi.

Durante la riunione dei capigruppo di Montecitorio la
presidente Laura Boldrini ha sollecitato la pubblicazione
degli statuti e ricordato che procederà alla loro
pubblicazioni. Ma è emerso che solo Pd, Movimento 5 stelle,
Sel e Lega Nord e Autonomie hanno presentato i propri
statuti.

A seguito della riforma dell'articolo 15 del regolamento
della Camera, approvata sul finire della passata
legislatura, i gruppi per la prima volta sono stati
obbligati a dotarsi di uno statuto e a pubblicarlo, entro 30
giorni dalla propria costituzione, sul sito internet della
Camera. Il termine è scaduto a fine aprile, ma alcuni gruppi
ancora non hanno presentato i propri statuti.

RIFORME, FRANCESCHINI: SI PARTE DA PROPOSTA SPINETO
(Public Policy) Roma, 15 mag - "Il 29 maggio prenderà
l'avvio alla Camera e in tempi ravvicinati anche al Senato,
per avviare un percorso che spero sia definitivo, partendo
dalla bozza che il Governo ha messo a punto a Spineto. Spero
che questa volta ci siano tempi certi anche se a decidere
deve essere il Parlamento". Lo afferma il ministro dei
Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini, dando notizia
della decisione di avviare, il 29 maggio alla Camera, la
discussione sulle riforme costituzionali con il voto delle
mozioni per la istituzione della Convezione.

Al termine della discussione in Aula, riferisce
Franceschini, l'Aula approverà una mozione che indicherà "un
percorso coi tempi certi che consentano di cambiare la legge
elettorale e superare il Bicameralismo".

"Può sembrare ai cittadini un tema astratto - ha detto
Franceschini - in mezzo a tutte le emergenze del Paese ma un
sistema che non funziona e porta alla lentezza e alla
paralisi costa concretamente a ogni cittadino italiano.
Veniamo da 30 anni di tentativi di riforme costituzionali
che non sono mai arrivate in porto e il Governo si vuole
fare parte attiva nel pieno rispetto della sovranità
parlamentare e nel pieno coinvolgimento delle forze di
maggioranza e opposizione".

CAMERA, 29 MAGGIO AVVIO DISCUSSIONE RIFORME COSTITUZIONALI IN AULA
(Public Policy) Roma, 15 mag - Inizierà il 29 maggio
nell'Aula della Camera l'avvio della discussione delle
riforme costituzionali, con il dibattito di mozioni. Lo ha
deciso la riunione dei capigruppo di Montecitorio.

Il ministro dei Rapporti con il Parlamento Dario
Franceschini ha illustrato durante la riunione l'importanza
di avviare il dibattito e ha quindi chiesto l'avvio
repentino dell'inizio della discussione, esprimendo anche la
volontà del Governo di collaborare con tutte le forze
parlamentari, opposizioni comprese, per delle "riforme
poderose".

CAMERA, DA 27 DISCUSSIONE RATIFICA CONVENZIONE ISTANBUL. GOVERNO PRESENTA DDL
(Public Policy) Roma, 15 mag - Il 27 maggio inizierà in Aula
alla Camera la discussione sulla ratifica della convenzione
di Istanbul sulla violenza sulle donne. Lo ha deciso la
riunione dei capigruppo di Montecitorio.

Il 28 maggio poi ci sarà la discussione e votazione dei
disegni di legge di ratifica presentati: ce ne sono,
rivelano dalla presidenza della Camera, quattro già
depositati e in più il governo si appresta a presentarne uno
proprio.

UE, IL 21 MAGGIO LETTA ALLA CAMERA SU POSIZIONE ITALIA A CONSIGLIO EUROPEO
(Public Policy) Roma, 15 mag - Il 21 maggio il presidente
del Consiglio, Enrico Letta, riferirà in Aula alla Camera
quale sarà la posizione dell'Italia al Consiglio europeo del
22 maggio. Lo ha stabilito la riunione dei capigruppo di
Montecitorio. In sede di capigruppo è stato il ministro dei
Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, ad
annunciare l'informativa di Letta.

PARLAMENTO, RITARDO FORMAZIONI BICAMERALI
(Public Policy) Roma, 15 mag - Si inceppa la formazione
delle commissioni bicamerali. Durante la riunione dei
capigruppo di Montecitorio è emerso che la formazione delle
commissioni bicamerali è rallentata perché la maggior parte
dei partiti, tranne Movimento 5 stelle e Sel, non hanno dato
ancora indicazioni sui nomi dei propri componenti.

Al momento infatti, da quanto si apprende, non hanno ancora
presentato indicazioni di loro componenti per le bicamerali
il Pd, Scelta civica, Lega nord, Fratelli d'Italia, e gruppo
Misto. Il Pdl invece li ha inviati solo per la Vigilanza
Rai.

DL BALDUZZI: VENERDÌ IN AULA ALLA CAMERA, LUNEDÌ 20 VOTO
(Public Policy) Roma, 15 mag - Il voto al decreto Balduzzi
su staminali e ospedali psichiatrici giudiziari ci sarà,
alla Camera, il 20 maggio. Proprio quel giorno quindi
dovrebbe arrivare il via libera definitivo al decreto, già
esaminato dal Senato. Lo ha deciso la riunione dei
capigruppo di Montecitorio.

Domani il decreto Balduzzi verrà licenziato dalla
commissione Affari sociali e venerdì 17 maggio approderà in
Aula per la discussione generale, a partire dalle 10. Lunedì
20 maggio dalle 17 si riprenderà la discussione generale e
ci sarà il voto al decreto.

CAMERA, GOVERNO RISPONDERÀ IN COMMISSIONE SU INFORMATIVA ESODATI E CIG
(Public Policy) Roma, 15 mag - Il Governo farà
un'informativa in commissione Lavoro alla Camera su esodati
e copertura della Cassa integrazione in deroga. Lo ha
stabilito la riunione della capigruppo di Montecitorio.

L'informativa era stata chiesta da Michele Ragosta di Sel.
Il Governo, ha fatto sapere il ministro dei Rapporti con il
Parlamento Dario Franceschini durante la capigruppo, ha
deciso di rispondere in commissione. Deve essere ancora però
stabilito chi e quando risponderà ai deputati. (Public
Policy)

VIC

© Riproduzione riservata