Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Camera, al via il primo 'Hackathon': 200 programmatori lavoreranno su open data

open data 16 maggio 2014

ROMA (Public Policy) - Sta per iniziare, nell'auletta dei gruppi di Montecitorio, il primo "Hackathon" della Camera: una maratona informatica per permettere a sviluppatori di software di utilizzare i dati aperti prodotti dalla Camera relativi all'istituzione e all'attività parlamentare per aumentarne la conoscenza e realizzare applicazioni. L'evento durerà fino a domenica 18 maggio e oggi sarà inaugurato dalla presidente Laura Boldrini.

All'evento, dal titolo "Code4Italy @Montecitorio" (sulla falsariga del "Code for America"), si sono registrati oltre 200 programmatori. Di questi, 150, dopo una prima giornata di formazione che si terrà oggi, lavoreranno al computer nell'auletta dei gruppi domani e domenica 18 senza interruzione (notte compresa, che coincide con la notte dei musei, in cui il palazzo di Montecitorio resta aperto).

Oggi, si legge in una nota, "verrà data l'occasione a chi ha intenzione di presentare un proprio progetto per la realizzazione di applicazioni alla Camera di tenere un proprio pitch (proposta): i partecipanti avranno a disposizione circa 5 minuti a testa per illustrare come i servizi da loro realizzati andrebbero a integrarsi con il lavoro dei parlamentari e dello staff, e come in generale l'uso di 'smart device' con applicativi di questo tipo può aiutare anche la società civile a comprendere meglio l'iter parlamentare". I prodotti consegnati, consistenti in applicazioni basate sul riuso degli open data della Camera, verranno successivamente valutati da una commissione costituita dal comitato per la comunicazione, che determinerà una graduatoria pubblicata sul sito della Camera. (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata