Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Canguro e Fine vita potrebbero incontrarsi in Parlamento

canguro 23 ottobre 2017

ROMA (Public Policy) - La commissione Igiene e sanità del Senato, nel corso dell'ultima seduta, ha avviato l'esame degli emendamenti presentati alla proposta di legge sul testamento biologico. La Lega Nord, che aveva presentato molti degli oltre 3mila emendamenti presentati, ha deciso di non ritirarli.

Nel corso dell'ufficio di presidenza i componenti dei gruppi hanno preso atto, come spiegato a Public Policy dalla relatrice Emilia Grazia De Biasi (Pd), del permanere delle difficoltà per il prosieguo dell'esame.

La stessa relatrice aveva prospettato, in questo caso, l'ipotesi di lasciare alla capigruppo la decisione se portare in aula il testo senza mandato al relatore.

Tuttavia nell'ultima seduta De Biasi si è riservata di interpellare il presidente del Senato in merito alla sussistenza dei presupposti per l'applicazione della cosiddetta regola del canguro, ovvero la votazione delle parti comuni degli emendamenti con conseguente effetto preclusivo sugli emendamenti successivi in caso di reiezione.

continua - in abbonamento 

NAF

© Riproduzione riservata