Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Cannabis, ok al testo base: a favore Pd, Lega, Ap e Forza Italia

cannabis 27 luglio 2017

ROMA (Public Policy) - Le commissioni riunite Giustizia e Affari sociali della Camera hanno adottato il testo base sulla cannabis proposto dalla relatrice per la XII commissione Margherita Miotto (Pd) riguardante solo l'uso terapeutico, come anticipato nei giorni scorsi da Public Policy.

Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissato lunedì 11 settembre alle 16.

A favore hanno votato Pd, Lega, Ap e Forza Italia. Dunque non c'è stata l'auspicata condivisione. Il relatore per la commissione Giustizia Daniele Farina (Sinistra italiana) ha infatti presentato, come annunciato, un suo testo alternativo comprendente anche la legalizzazione della cannabis. A favore di questo testo - che dunque non è stato adottato come testo base - hanno votato Si-Possibile, M5s e Misto.

"Come relatore della commissione Giustizia avevo presentato nei giorni scorsi un testo che rielaborava la proposta di legge presentata dall’intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis assumendo anche l’uso medico - ricorda Farina in una nota - Testo bocciato dal Pd più le destre".

Per l'esponente di Sinistra italiana il testo adottato ed elaborato dal comitato ristretto che ha lavorato in questi mesi è "un articolato circoscritto all'uso medico, limitato e molto tenue. Molto lontano dalla discussione pubblica di questi anni e dalle esperienze concrete ormai diffuse nel mondo. Dispiace - prosegue Farina - che a questo provvisorio risultato si giunga dopo quattro anni di estenuante melina parlamentare. Il Partito democratico ha scelto la via più semplice alla propria discussione interna che però avrà pochissimi effetti sui cittadini cui nello specifico la legge si rivolge e al loro diritto alla salute, oggi largamente disatteso".

"Un testo distante anni luce dalla sensibilità maturata nel Paese che poteva essere adottato con atti ministeriali - conclude Farina - Lavoreremo perché cambi, cercando di superare un impianto totalmente arretrato per la società e le evidenze scientifiche". (Public Policy) NAF

 

© Riproduzione riservata