Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Carceri, Orlando: sentenza Fini-Giovanardi interesserà non più di 3mila detenuti

cannabis 04 giugno 2014

ROMA (Public Policy) - "Non è possibile, allo stato, stimare esattamente l'impatto dell'applicazione della sentenza della Cassazione (che ha dichiarato incostituzionale parte della legge Fini-Giovanardi; Ndr). Comunque si sta procedendo ad un'analisi delle posizioni giuridiche dei singoli detenuti: allo stato delle verifiche, la platea potenzialmente interessata dagli effetti della pronuncia potrebbe risultare non superiore alle 3.000 unità".

Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha risposto, nell'Aula della Camera, a un'interrogazione della Lega Nord su quali saranno gli effetti reali dell'applicazione della sentenza della Corte di cassazione. Nello specifico la Lega chiedeva "il numero di detenuti condannati per reati di spaccio che usciranno dal carcere, e se sia possibile stimare l'impatto che ciò avrà sul mercato dello spaccio di stupefacenti e sulla sicurezza della popolazione".

Ad oggi, secondo gli ultimi dati trasmessi dall'amministrazione penitenziaria, i detenuti presenti in carcere per il reato di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, sono circa 8.500.(Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata