Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

C'era una volta il ddl contro l'omofobia

omofobia 09 marzo 2016

ROMA (Public Policy) - di Luca Iacovacci - A Montecitorio l'iter si era concluso il 19 settembre 2013 e sono circa 30 le sedute della commissione Giustizia del Senato in cui si è trattato, per un motivo o per un altro, dei ddl in materia di omofobia e transfobia.

Per comprendere la 'priorità' della materia, basti pensare che nel 2015 non se ne è discusso affatto e l'ultima seduta della commissione in cui il tema è entrato all'ordine del giorno dei lavori, il 10 febbraio scorso, era solo per riportare agli atti le dichiarazioni di Carlo Giovanardi (Gal) che ha voluto chiarire circa l'impropria portata di interpretazioni, sulla stampa e sui portali M5s, relative a proposte emendative a sua prima firma.

Tuttavia finora nel merito non ci si è proprio entrati, tanto che il voto degli emendamenti non è ancora iniziato.

Nella seduta del 24 giugno 2014, ormai più di un anno e mezzo fa, l'ormai ex presidente della commissione, Francesco Nitto Palma aveva fatto presente al sottosegretario Ivan Scalfarotto, primo firmato della pdl approvata in prima lettura a Montecitorio, "di non aver mai espresso né contrarietà né una posizione di favore nei confronti dei disegni di legge in materia di omofobia e transfobia" ma che il rallentamento dell'iter parlamentare fosse da ricondursi all'opposizione del gruppo di Area popolare.

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata