Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Che succede questa settimana in Parlamento

parlamento 24 marzo 2014

ROMA (Public Policy) - L'Aula della Camera riprende i lavori lunedì alle 11,30 con la discussione del testo unificato di Modifica dell'articolo 416-ter del Codice penale, in materia di scambio elettorale politico-mafioso, già approvato da Montecitorio e modificato dal Senato. Seguirà la discussione della proposta di legge delega sulle pene detentive non carcerarie e la riforma del sistema sanzionatorio.

Il calendario di lunedì prevede poi la discussione di alcune mozioni: su iniziative per la stabilizzazione del personale precario delle pubbliche amministrazioni, con particolare riferimento al comparto scuola; su iniziative a sostegno del turismo; e su iniziative in relazione ai recenti terremoti che hanno colpito alcune aree della regione Campania e la provincia di Campobasso.

Martedì l'agenda dell'Assemblea prevede la discussione, a partire dalle 9, della proposta di legge sulle dimissioni in bianco (Disposizioni in materia di modalità per la risoluzione consensuale del contratto di lavoro per dimissioni volontarie) e il seguito della discussione delle mozioni sulle alluvioni in Veneto ed Emilia Romagna. Si esaminerà poi la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro Brambilla. A seguire in agenda il testo unico di modifica dell'articolo 416-ter del codice penale, e la delega sulle pene dententive non carcerarie.

Sempre martedì riprende la discussione delle seguenti mozioni: sulle iniziative per un efficace utilizzo degli strumenti finanziari messi a disposizione dalla Banca di sviluppo del Consiglio d'Europa; sullo scostamento dai parametri europei in materia di deficit pubblico; sulla parità di genere nel settore dello sport; sulla stabilizzazione del personale precario delle Pa, e del comparto scuola; sul sostegno del turismo, e sui terremoti in Campania e provincia di Campobasso. Mercoledì e giovedì l'Aula proseguirà l'esame degli eventuali argomenti non conclusi. Alle 15 di mercoledì si svolgerà come di consueto il question time. Venerdì alle 9 in Aula si svolgeranno le interpellanze urgenti.

AL SENATO
L'Aula di Palazzo Madama è convocata per martedì dalle 15 alle 21 per esaminare, qualora sia stato licenziato dalla commissione Affari costituzionali, il ddl Province, già approvato dalla Camera. L'esame del ddl continuerà (o slitterà qualora la commissione lunedì non lo invii all'Aula) mercoledì dalle 9,30 alle 13,30 e poi dalle 15. In coda all'esame del ddl Province l'Aula esaminerà l'ex dl Rientro capitali (da cui è stato stralciato l'articolo sul voluntary disclosure e in cui invece rimangono norme in materia di fiscalità di vantaggio per le popolazioni colpite da alluvioni e terremoti.

Il testo è stato trasmesso dalla Camera giovedì scorso e l'esame deve ancora iniziare in commissione Finanze. Giovedì mattina l'Aula di palazzo Madama celebrerà la Giornata mondiale del teatro e dalle 15 proseguirà l'esame degli argomenti non conclusi il giorno prima.

Quindi passerà all'esame delle ratifiche degli accordi: Italia-Turchia sulla previdenza sociale; Italia-San Marino sulla cooperazione per la prevenzione e la repressione della criminalità; Italia-Niger in materia di sicurezza; Italia-governo di Jersey sullo scambio di informazioni in materia fiscale; Italia-Isole Cook sullo scambio di informazioni in materia fiscale; Italia-Repubblica di Corea in materia di vacanze-Lavoro.

Qualora l'Aula entro giovedì non abbia licenziato il ddl Province e il dl Rientro capitali, tornerà a riunirsi venerdì alle 9,30 per la loro conclusione.(Public Policy)

LEP-VIC

© Riproduzione riservata