Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Cittadinanza, il governo pensa all'approvazione definitiva

boschi 20 novembre 2015

ROMA (Public Policy) - Dare il via libera senza modifiche al Senato alla proposta di legge sulla cittadinanza, già approvata alla Camera, e farla diventare subito legge.

Sarebbe questa - secondo quanto riferisce a Public Policy una fonte parlamentare vicina al governo - l'intenzione dell'esecutivo, in particolare della ministra per le Riforme Maria Elena Boschi.

Una fonte di governo preferisce parlare di "auspicio" (al Senato i numeri sono meno favorevoli all'esecutivo rispetto a Montecitorio e "su tale materia sensibile non è consigliata fiducia"); fatto sta che - auspicio o intenzione - la volontà c'è.

D'altra parte il testo alla Camera è stato emendato con il contributo preponderante proprio di Area popolare e Scelta civica, le due componenti più riottose ad affrontare il tema.

Il ragionamento del governo - a quanto si apprende - sarebbe dunque questo: visto che non ci sono le condizioni per migliorare il testo in un'ottica 'di sinistra', e viste le ultime vicende internazionali, la cosa migliore è approvarlo così com'è.

continua - in abbonamento

NAF

© Riproduzione riservata