Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dalle parti del Cnel guardano con interesse alla Manovra

cnel 28 novembre 2017

ROMA (Public Policy) - Nei limiti del budget già stabilito per sostenere il funzionamento del Cnel, saranno "corrisposti" rimborsi per le spese di viaggio e soggiorno documentati per il presidente e i membri del Consiglio e "indennità" per dieci di quest'ultimi, ossia gli esperti scelti dal presidente della Repubblica e dal premier.

Lo prevede un emendamento Pd (a prima firma Gian Carlo Sangalli) alla manovra, approvato in commissione Bilancio al Senato. Nel dettaglio, l'emendamento modifica la legge sul Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, stabilendo che i compensi saranno decisi con un regolamento del Cnel, che dovrà essere approvato dall'assemblea su proposta del premier e del Cdm.

Dunque i rimborsi per le spese di vitto e soggiorno potranno essere erogati a tutti i componenti, compreso il presidente, mentre le indennità andranno solamente a 10 consiglieri, ossia gli esperti in materie economiche, sociali e giuridiche.  (Public Policy) SOR

© Riproduzione riservata