Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Cognome materno, in Senato oltre 43mila firme

Cognome materno, in Senato oltre 43mila firme 03 febbraio 2014

ROMA (Public Policy) - 43.500 firme per chiedere la calendarizzazione delle proposte di legge depositate in Parlamento sul cognome materno. Le firme sono state consegnate dalla promotrice dell'iniziativa Laura Cima, ex deputata dei Verdi e Angela Gennaro, campaigner di Change.org alla vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, Pd.

"Mi auguro un iter accelerato in commissione, speriamo ci siano i tempi per approvarla entro l'8 marzo", ha dichiarato Fedeli durante l'incontro, sottolineando l'importanza delle firme raccolte per alzare l'attenzione sul tema. La petizione lanciata il 7 gennaio chiede che il Parlamento adotti una proposta di legge sul cognome materno e arriva dopo la condanna dell'Italia da parte della Corte di Stasburgo per aver negato la possibilità a una coppia milanese di dare solo il cognome della madre alla propria figlia. La petizione rimarrà aperta sul sito Change.org fino alla calendarizzazione in uno dei due rami del Parlamento.

"L'8 marzo come data mi piacerebbe molto - ha risposto Cima - Ho insistito con la petizione che sia il Parlamento a decidere su quale proposta approvare (ce ne sono già diverse depositate alla Camera e al Senato; Ndr) perché credo che su questi argomenti sia importante il dibattito parlamentare". Il prossimo passaggio sarà l'accordo tra i presidenti delle due Camere, insieme al ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini, su quale debba essere, tra Camera e Senato, a incardinare i progetti di legge. Si aspetta anche il ddl di iniziativa governativa il cui testo deve essere ancora trasmesso alle Camere. (Public Policy)

LAP

© Riproduzione riservata