Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Come funzionerà la norma anti-scalate (o anti-scorrerie)

arrampicata 17 ottobre 2017

ROMA (Public Policy) - Chi acquista partecipazioni in società quotate per soglie superiori al 10%, 20% e 25% del capitale "deve dichiarare gli obiettivi che ha intenzione di perseguire nel corso dei sei mesi successivi".

Lo prevede l'ultima versione del dl Fisco approvato dal Governo, bollinato dalla Ragioneria dello Stato, di cui Public Policy ha preso visione.

La norma, la cosiddetta anti-scalate o anti-scorrerie, chiarisce che la dichiarazione deve contenere: i modi di finanziamento dell'acquisizione; se si agisce soli o in concerto; se si intende fermare gli acquisti o proseguirli nonché se si intende acquisire il controllo dell'emittente o comunque esercitar e un'influenza sulla gestione della società e, in tali casi la strategia che si intende adottare e le operazioni per metterla in opera.

continua - in abbonamento

FRA-NAF-VIC

© Riproduzione riservata