Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La commissione d'inchiesta sull'Eni (firmata 5 stelle)

eni 29 febbraio 2016

ROMA (Public Policy) - di Luca Iacovacci - Istituire una commissione parlamentare di inchiesta su Eni e sui presunti fenomeni di corruzione correlati all'attività della società.

Ovvero, tra l'altro: verificare i criteri di gestione dell'azienda, indagare su eventuali ipotesi di riciclaggio di denaro; esaminare i criteri di selezione dei progetti di ricerca in corso e di quelli già completati nei settori 'oil & gas' e verificare i criteri con cui sono state assegnate le consulenze nel corso degli ultimi 10 anni, la congruità dei compensi e l'incidenza sul bilancio.

È quanto prevede, in sintesi, una proposta del gruppo del M5s al Senato che è attualmente all'esame congiunto delle commissioni Giustizia e Industria di Palazzo Madama.

L'esame della proposta è stato avviato lo scorso 24 giugno e a dicembre 2015 il relatore, Salvatore Tomasselli (Pd), ha spiegato che l'iter non è proseguito esclusivamente a causa dell'intensa attività delle due commissioni coinvolte.

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata