Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Commissione Trasporti: vietare gli incroci tv, per sempre

Tv locali, ritardi nei contributi? Per Confindustria ci sono problemi sui decreti 22 gennaio 2015

ROMA (Public Policy) - "Si adottino le opportune iniziative di carattere normativo per rendere permanente il divieto di partecipazioni incrociate tra editoria, televisioni e comunicazioni elettroniche, piuttosto che procedere a reiterate proroghe del divieto medesimo (il governo ha stabilito una proroga - la quinta - dal 31 dicembre 2014 al 31 dicembre 2015; Ndr)". È una delle condizioni contenute nel parere favorevole della commissione Trasporti al decreto Milleproroghe, ora all'esame delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera.

In merito alla proroga di un anno del termine, inizialmente fissato al 31 maggio 2010, per l'emanazione del decreto del ministero delle Infrastrutture recante le disposizioni attuative per impedire le pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente, la IX commissione chiede di provvedere "improrogabilmente entro l'anno in corso, sulla base di un approfondito confronto con le Regioni, con le Città metropolitane e con l'Anci, ad una revisione organica della disciplina dettata dalla normativa primaria - si legge nella condizione - tale revisione dovrebbe perseguire contestualmente e in modo equilibrato gli obiettivi di contrastare le pratiche abusive e di garantire condizioni adeguate per un efficiente svolgimento dei servizi a vantaggio sia degli operatori sia degli utenti".

Infine la commissione chiede di introdurre "una disposizione di proroga dell'incarico del commissario liquidatore del Fondo gestione istituti contrattuali lavoratori portuali in liquidazione coatta amministrativa, in modo da garantire che il commissario permanga nell'incarico per un periodo di diciotto mesi successivi alla data di accredito delle risorse determinate per l'anno 2014, anziché per un periodo di sei mesi, come attualmente previsto". (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata