Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Concorrenza, in bozza ddl semplificazioni anche per gli agenti di commercio

appalti 17 dicembre 2014

ROMA (Public Policy) - Semplificazioni per accedere e per svolgere la professione dell'agente di commercio. Lo prevede - a quanto si apprende - un articolo della bozza del ddl Concorrenza su cui è a lavoro il governo. Nello specifico, viene permesso di svolgere l'attività anche a chi abbia subito una condanna in carcere ma siano trascorsi cinque anni dalla fine della pena o - nel caso in cui la pena sia stata estinta in altro modo - dal giorno del passaggio in giudicato della sentenza.

Viene stabilito inoltre che per ottenere l'abilitazione si dovrà aver lavorato per almeno due anni alle dipendenze di un'impresa con qualifica di viaggiatore piazzista o come addetto qualificato al settore vendite, purché l'attività sia stata svolta anche se non continuativamente entro i dieci anni (invece dei cinque attuali) dalla data di presentazione della domanda.

In alternativa basterà aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado di indirizzo commerciale o un diploma di laurea. La norma chiarisce poi come l'attività di agente di commercio sia incompatibile solo quando l'attività sia svolta da persone in conflitto di interessi. (Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata