Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La bozza del ddl Concorrenza e le farmacie, cosa cambia

farmacia 15 dicembre 2014

ROMA (Public Policy) - Diminuire i limiti per l'apertura di nuove farmacie: quindi cancellare il limite di quattro licenze che ogni titolare può avere nella stessa provincia dove ha sede la società.

È uno degli interventi sul settore sanitario contenuto nell'ultima bozza del ddl Concorrenza, di cui Public Policy ha preso visione, su cui il governo è al lavoro. La norma sarà aggiunta a una delle due opzioni contenute nella bozza per "incrementare la concorrenza nella distribuzione farmaceutica"; la prima prevede che il numero massimo di farmacie diventi il minimo l'altra invece che sia abbassata la soglia di abitanti per l'apertura di nuovi negozi.

L'articolo della bozza cancella il comma 4bis dell'articolo 7 della legge 362 del 8 novembre 1991: "Ciascuna delle società" titolare dell'esercizio della farmacia "può essere titolare dell'esercizio di non più di quattro farmacie ubicate nella provincia dove ha sede legale". (Public Policy)

tutte le anticipazioni sul ddl Concorrenza, solo in abbonamento.

SOR

© Riproduzione riservata