Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Concorrenza, l'ipotesi del governo: abolire il regime di tutela per tariffe energia

energia 03 ottobre 2014

ROMA (Public Policy) - "Prevedere un programma di uscita scansionata di tutti i consumatori dal regime di maggior tutela" nel settore energetico. È quanto si legge nella bozza normativa intitolata "temi per ddl concorrenza", di cui Public Policy è in possesso, contenente le indicazioni date dai ministeri e dall'Antitrust per la stesura del disegno di legge.

Il documento, non un vero e proprio articolato, contiene ipotesi di intervento a seconda dei vari settori elencati. Nello stesso documento, però, la direzione generale del Mise competente nel settore energia, sottolinea "forti perplessità" per la misura in riferimento al settore elettrico perché "considerata la situazione di crisi del settore, la piena liberalizzazione produrrebbe un immediato aumento dei prezzi per i clienti che oggi sono tutelati".

La previsione, si legge ancora nelle osservazioni, "consentirebbe la piena apertura del mercato, chiudendo la fase transitoria dell'attuale sistema che prevede la presenza di un mercato libero e di uno vincolato", quello in cui le tariffe sono fissate trimestralmente dall'Autorità per l'energia e non dal mercato, col rischio però che per i clienti tutelati si registri un aumento dei prezzi.

In alternativa, la Direzione generale "ritiene proponibile un intervento graduale partendo da una ridefinizione del ruolo e delle competenze dell'Acquirente unico", la società del Gse che acquista energia elettrica alle condizioni più favorevoli sul mercato e la cede ai distributori o alle imprese di vendita al dettaglio, "senza toccare il regime tariffario per i clienti vincolati".

Per il settore gas, invece, la Direzione generale competente "ritiene praticabile" un intervento per eliminare il regime tariffario tutelato "che se da un lato potrebbe determinare un abbassamento dei prezzi per i clienti, dall'altro renderebbe più forte l'asimmetria con l'assetto regolatorio del settore elettrico". (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata