Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Concorrenza, possibili modifiche su Rc auto e Poste

poste 15 settembre 2015

ROMA (Public Policy) - Un ritocco sull'articolo cinque (sulle assicurazioni Rc auto) e uno slittamento dei tempi di entrata in vigore dell'articolo 18 (sull'addio all'esclusiva per Poste italiane delle notifiche delle multe e degli atti giudiziari).

Questi, secondo quanto si apprende, due ipotesi di modifica al ddl Concorrenza su cui il governo starebbe riflettendo in vista del via libera da parte delle commissioni Finanze e Attività produttive alla Camera (si attendono i pareri dalle altre commissioni e il mandato ai relatori giovedi) e del suo approdo in aula.

Nel parere che la commissione Bilancio darà questa settimana sul testo potrebbe esserci la richiesta di modificare l'emendamento 5.11, approvato dalle commissioni in sede referente, che prevede l'esenzione dall'imposta di bollo per i certificati dello stato di famiglia necessari per ottenere la stessa classe Rc auto di un componente della propria famiglia.

La misura, si apprende, avrebbe problemi di copertura e potrebbe quindi essere ritoccata. Per quanto riguarda l'articolo 18 del ddl sulle Poste, invece, in aula potrebbe rispuntare l'ipotesi di far slittare dall'attuale data del giugno 2016 al 2018 l'eliminazione dell'esclusiva per Poste dei servizi per le notifiche degli atti giudiziari e multe. Un'ipotesi già vagliata durante l'esame nelle commissioni della Camera ma che non ha finora avuto il via libera "politico". (Public Policy) VIC

© Riproduzione riservata