Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il conflitto di interessi 'non patrimoniale' non piace a Forza Italia

forza italia 11 dicembre 2015

ROMA (Public Policy) - di Fabio Napoli - "Il testo che abbiamo approvato è un testo base e come relatore ho voluto semplificarlo al massimo per uscire rapidamente dal comitato ristretto, al quale tra l'altro M5s e Si-Sel non erano più disponibili a partecipare. La parte relativa al cosiddetto conflitto di interessi non patrimoniale infatti è causa di complicazioni sul piano delle sanzioni. Senza contare che Forza Italia ha notoriamente una posizione molto prudente su questo punto (Francesco Paolo Sisto è correlatore; Ndr). Il tema sono sicuro che verrà riaffrontato in commissione".

A dirlo a Public Policy è Francesco Sanna, relatore Pd in commissione Affari costituzionali alla Camera della proposta di legge sul conflitto di interessi.

Il riferimento è alla nuova versione di testo base approvato dal comitato ristretto, nel quale è stato eliminato il riferimento al conflitto di interesse non patrimoniale.

L'ufficio di presidenza della commissione - ha spiegato Sanna - non ha affrontato il tema della tempistica dell'esame della proposta di legge "ma immagino che verrà affrontato a inizio anno". (Public Policy)

@ShareTheRoadFab

© Riproduzione riservata