Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il consigliere di Renzi: due attacchi cyber sventati (finora)

cybersecurity 28 luglio 2016

ROMA (Public Policy) - "L'attacco cyber alla Difesa non è stato l'unico caso, ce ne è stato anche un altro che ha interessato l'amministrazione, ed è stato prontamente gestito a livello di Nucleo" per la sicurezza cibernetica.

Lo ha detto il consigliere militare del presidente del Consiglio, generale di divisione Carmine Masiello, in audizione davanti alla commissione Difesa della Camera rispondendo a chi gli chiedeva dell'attacco cibernetico subito l'anno scorso dal ministero della Difesa.

Masiello ha spiegato che "in entrambi i casi, che sono i più eclatanti, sono state raccordate le informazioni e individuate le soluzioni per porre fine all'attività", a dimostrazione che "l'architettura istituzionale funziona: in due casi è stata testata e in due casi ha risposto come doveva".

Il generale ha comunque precisato che a oggi "non si è mai arrivati alla soluzione di una crisi cibernetica vera e propria con l'attivazione del Nisp cibernetico" (Nucleo interministeriale situazione e pianificazione).

continua - in abbonamento

FLA

© Riproduzione riservata