Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Consumo suolo, Catania (Sc) vuole un decreto legge. Relatore: testo ddl in aula entro fine anno

consumo suolo 21 novembre 2014

ROMA (Public Policy) - "Se il Parlamento non riuscisse a legiferare subito, si intervenga adottando la decretazione d'urgenza". Lo ha detto Mario Catania, deputato di Scelta civica, durante una conferenza stampa a Montecitorio parlando del ddl sul consumo del suolo. Un'eventualità che Massimo Fiorio (Pd), relatore per la commissione Agricoltura alla Camera, del ddl sul consumo del suolo in discussione in comitato ristretto, in congiunta con l'Ambiente, vuole evitare.

"È mio impegno e della relatrice per la commissione Agricoltura, Chiara Braga (Pd), chiudere il testo in commissione entro l'anno", spiega Fiorio.

CATANIA: SUBITO UNA LEGGE I fenomeni della cementificazione e del dissesto idrogeologico "sono ancora più gravi di quello che si percepisce", ha spiegato l'ex ministro delle Politiche agricole del governo Monti. Per invertire il trend "occorrono: una legge subito; un grande piano di manutenzione e salvaguardia del territorio su cui concentrare la maggior parte delle risorse economiche; norme che convertano il sistema delle costruzioni al riuso", ha spiegato Catania che ha poi spiegato come occorra individuare le priorità sul tema. "Non può essere considerata prioritaria l'autostrada Orte-Mestre", di fronte alle necessità di rimettere in sesto il territorio, ha specificato Catania.

SCIOLTI I NODI, ORA ITER VELOCE "L'iter del ddl ha subito un rallentamento pesante dovuto anche a incomprensioni e nodi da sciogliere all'interno della maggioranza che, però, sono stati sciolti", ha spiegato Fiorio. Le maggiori criticità sono emerse su tre punti: sulla considerazione del suolo agricolo con un'eccezione più ampia rispetto a quella catastale; un meccanismo a 'cascata' che parta dagli organi centrali dello Stato fino agli enti locali, per la definizione delle quote di suolo che possono essere consumate dai Comuni (una eventualità difficile da normare perchè la competenza del governo del territorio è locale); norme transitorie limitate che permettano l'immediata entrata in vigore delle regole.

SOLO 4 LE RIUNIONI DEL COMITATO RISTRETTO DA MARZO Al momento, le commissioni Agricoltura e Ambiente alla Camera, in sede di comitato ristretto, stanno discutendo il ddl presentato dal ministro dell'Agricoltura del governo Letta, Nunzia De Girolamo, 'Contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato', che ricalca il testo presentanto dall'omologo del governo Monti, Mario Catania.

Al testo governativo, ne sono stati abbinati altri di iniziativa parlamentare. Da marzo, le riunioni sono state solo quattro. Durante la seduta di ieri, il comitato ha deciso di audire congiuntamente il ministro dell'Agricoltura, Maurizio Martina, e dell'Ambiente, Gian Luca Galletti per capire se ci sono riserve da parte del governo sul testo. Le audizioni - è l'intenzione delle commissioni - dovrebbero svolgere entro le prossime due settimane. (Public Policy)

FRA

© Riproduzione riservata