Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

CONTI PUBBLICI, BINI SMAGHI: SIAMO GIÀ OLTRE IL 3%

05 giugno 2013

(Public Policy) - Roma, 5 giu - "Siamo usciti per un mese,
ma già siamo oltre il 3%". Lorenzo Bini Smaghi, oggi
presidente di Snam Rete gas, ieri nel board della Bce,
partecipando a "Grandi quanto il mondo,
l'internazionalizzazione chiave per tornare a crescere",
nell'ambito di un "dialogo" con Franco Bassanini, presidente
della Cdp, giudica indispensabile "un progetto credibile di
rientro dal debito".

Quanto al tema dell'internazionalizzazione concorda con
Alberto Bombassei (Sc): per tornare a crescere bisogna
fermare l'emorragia di imprese italiane che delocalizzano
"bisogna - dice - fermare le aziende che se ne stanno
andando".

Sul come fare e sul contributo di un Governo "di grande
coalizione"
asserisce "funzionano se hanno 3-4 anni di tempo
e un programma molto preciso". "Non è questione tanto di Imu
sui capannoni o di un punto di Iva in più, ma - sottolinea -
di una prospettiva di politica industriale".
In tema di credit crunch, Bini Smaghi considera centrale il
sistema bancario e con una larvata critica alla relazione di
Visco afferma che "occorre ridare fiducia ai banchieri
italiani affinché si assumano rischi" e non insistere sulla
patrimonializzazione delle banche.

Bini Smaghi riconosce che il sistema bancario italiano è
complessivamente sottopatrimonializzato e dice che il
problema "bisognerà affrontarlo", ma lascia intendere che
questo va risolto in Europa e in Italia a livello politico.
(Public Policy)

ABA

© Riproduzione riservata