Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Cosa manca da fare: le regole per la sicurezza sulle navi

barca navigazione 22 gennaio 2018

ROMA (Public Policy) - Modificare le regole costruttive da applicare alle navi da passeggeri in materia di sicurezza, per ottemperare a quanto disposto dalla direttiva Ue 844 del 2016 che ha aggiornato la numero 45 del 2009.

È quanto prevede uno schema di dlgs che è attualmente all'esame delle competenti commissioni parlamentari per l'espressione del parere (la scadenza del termine è fissata per il 29 gennaio).

Il provvedimento, come si legge nella relazione illustrativa, è adottato in attuazione della delega contenuta all'articolo 1 della legge 163 del 2017, la legge di delegazione europea 2016-2017.

In sostanza il dlgs provvede alla sostituzione integrale dell'allegato I del dlgs 45 del 2000, relativo ai requisiti di sicurezza per le navi da passeggeri, nuove ed esistenti, adibite ai viaggi nazionali.

In particolare, le modifiche rispetto alla normativa ora in vigente riguardano una serie di regole costruttive da applicare alle navi in merito a svariati ambiti: dalla protezione contro il rumore a regole-tecniche relative al timone e alla sua capacità operativa, fino ad arrivare alle caratteristiche che devono avere le serrande tagliafuoco e tagliafumo. Modifiche riguarderanno anche la presenza a bordo di due apparecchi radiotelefonici, ricetrasmittenti portatili per ciascun vigile del fuoco, le caratteristiche di resistenza al fuoco delle paratie e dei ponti e querlle delle condotte e degli impianti di ventilazione delle navi.

continua - in abbonamento

IAC

 

© Riproduzione riservata