Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Acqua e quantitativo minimo: che ne pensa il ministero

acqua 22 settembre 2016

ROMA (Public Policy) - "Il disposto contenuto nell'articolo 7 sul quantitativo minimo vitale gratuito per tutti, non solo ad alcune fasce deboli, appare un po' critico e preccupante perché verrebbero sottratte risorse a investimenti".

A dirlo è stata Gaia Checcucci, direttrice generale per la salvaguardia del territorio e delle acque del ministero dell'Ambiente, nel corso di un'audizione davanti la commissione Ambiente al Senato sulla pdl per la gestione delle risorse idriche.

La pdl, nello specifico, prevede un quantitativo minimo vitale gratuito di 50 litri a persona per giorno. Rispetto ai due decreti attuativi del collegato ambientale sulla tariffa sociale e sulla morosità, Checcucci ha ribadito che i dm sono alla firma della presidenza del Consiglio. (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata