Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Costi, uomini, armi: tutte le missioni dell'Italia

difesa 16 aprile 2015

ROMA (Public Policy) - di Fabio Napoli - L'aula del Senato ha approvato la fiducia al governo sul decreto antiterrorismo, contenente anche la proroga delle missioni internazionali. Il provvedimento, approvato dalla Camera il 31 marzo, non è stato cambiato nel corso del breve esame di Palazzo Madama dunque è stato convertito in legge.

La parte relativa alla proroga delle missioni internazionali prevede una spesa complessiva di circa 871 milioni e riguarda diverse operazioni in Europa, Asia e Africa, tra le quali la Resolute support in Afghanistan, la partecipazione alla coalizione internazionale di contrasto all'Isis e alle operazioni di addestramento delle forze armate libiche.

Nel corso dell'esame alla Camera è stata soppressa la parte relativa all'autorizzazione di spesa per la proroga della partecipazione di personale del Corpo della guardia di finanza alla missione in Libia ed è stato subordinato il proseguo della missione antipirateria Atalanta agli sviluppi della vicenda dei due marò in India. Un'altra modifica apportata dalla Camera ha specificato, con riferimento ai viaggi di singoli cittadini in aree a rischio, che 'le conseguenze dei viaggi all'estero ricadono nell'esclusiva responsabilità individuale di chi assume la decisione di intraprendere o di organizzare i viaggi stessi'.

Ecco nel dettaglio, spesa per spesa, le missioni e le altre attività - come la cessione di armamenti - finanziate dal provvedimento:

EUROPA
Vengono autorizzate, a decorrere dal 1° gennaio 2015 e fino al 30 settembre 2015, la spese di:
- circa 59 milioni per la proroga della partecipazione di personale militare alle missioni nei Balcani
- circa 206mila euro per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione dell'Unione europea in Bosnia-Erzegovina
- circa 4 milioni per la prosecuzione dei programmi di cooperazione delle Forze di polizia italiane in Albania e nei Paesi dell'area balcanica
- circa 950mila euro per la proroga della partecipazione di personale della polizia di Stato alla missione dell'Unione europea European union rule of law mission in Kosovo (Eulex Kosovo) e di circa 46mila euro per la proroga della partecipazione di personale della polizia di Stato alla missione delle Nazioni unite United nations mission in Kosovo
- circa 19 milioni per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione nel Mediterraneo Active endeavour.

Fino al 31 marzo viene autorizzata anche la spesa di:
- circa 65mila euro per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione delle Nazioni unite United Nations peacekeeping force in Cyprus.

Fino al 31 agosto 2015 la spesa di:
- circa 7 milioni per la partecipazione di personale militare alla missione della Nato Baltic air policing.

ASIA
Fino al 30 settembre 2015 viene autorizzata la spesa di:
- circa 126 milioni per la partecipazione di personale militare alla missione della Nato in Afghanistan, Resolute support mission e per la proroga della partecipazione alla missione Eupol Afghanistan
- circa 14 milioni per la proroga dell'impiego di personale militare negli Emirati Arabi Uniti, in Bahrain, in Qatar e a Tampa per le esigenze connesse con le missioni internazionali in Medio Oriente e Asia
- circa 500mila euro per la proroga dell'impiego di personale militare negli Emirati Arabi Uniti, in Bahrain, in Qatar e a Tampa per le esigenze connesse con le missioni internazionali in Medio Oriente e Asia
- circa 119 milioni per la proroga della partecipazione del contingente militare italiano alla missione delle Nazioni unite in Libano United nations interim force in Lebanon, compreso l'impiego di unità navali nella Unifil Maritime task force, e per la proroga dell'impiego di personale militare in attività di addestramento delle forze armate libanesi
- circa 1,5 milioni per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione Temporary international presence in Hebron e per la proroga dell'impiego di personale militare in attività di addestramento delle forze di sicurezza palestinesi
- circa 90mila euro per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione dell'Unione europea di assistenza alle frontiere per il valico di Rafah
- circa 142mila euro per la proroga della partecipazione di personale della polizia di Stato alla missione dell'Unione europea in Palestina European union police mission for the Palestinian Territories
- circa 132 milioni per la partecipazione di personale militare alle attività della coalizione internazionale di contrasto alla minaccia terroristica del Daesh (viene inoltre autorizzata la ulteriore spesa di circa 2,2 milioni per il personale militare che ha partecipato alle medesime attività nel periodo dal 1 novembre 2014 al 31 dicembre 2014).

Fino al 31 marzo 2015 autorizzata la spesa di:
- circa 92mila euro per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione di vigilanza dell'Unione europea in Georgia.

AFRICA
Fino al 14 febbraio viene autorizzata la spesa di:
- circa 92mila euro per la proroga della partecipazione di personale militare alla missione dell'Unione europea in Libia e per la proroga dell'impiego di personale militare in attività di assistenza, supporto e formazione delle forze armate libiche.

Fino al 30 settembre 2015 viene autorizzata la spesa di:
- circa 29 milioni di euro per la proroga della partecipazione di personale militare all'operazione militare dell'Unione europea per il contrasto della pirateria denominata Atalanta. Un emendamento approvato in commissione ha stabilito che, 'conclusa la missione in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e comunque non oltre la data del 30 settembre 2015, la partecipazione dell'Italia alla predetta operazione sarà valutata, sentite le competenti commissioni parlamentari, in relazione agli sviluppi della vicenda dei due marò attualmente trattenuti in India'. (Public Policy)

continua - in abbonamento

@ShareTheRoadFab

© Riproduzione riservata