Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

CRISI CIPRO, BONINO: NON PUÒ ESISTERE UNA MONETA FEDERALE SENZA TESORO

LEGGE 194, BONINO: IL SUO MALFUNZIONAMENTO PORTA AD AUMENTO ABORTI CLANDESTINI 19 marzo 2013

ECB protest

(Public Policy) - Roma, 19 mar - Emma Bonino, ex
vicepresidente del Senato, radicale eletta nel Pd e già
commissario europeo, interviene a Radio 24 sulla crisi
cipriota: "Il problema mi sembra sempre lo stesso. Forse la
crisi dell'euro è finita, ma continua a far furore la crisi
nell'euro. Al di là delle contorsioni, di cui Cipro è
l'ultima - e si dirà che Cipro è un caso speciale come la
Grecia, ma siamo tutti speciali - il problema alla base di
tutte queste contorsioni è che abbiamo una moneta unica ma
non abbiamo un tesoro".

In questi 2-3 anni, dice Bonino, "si è cercato di mettere
qualche cerotto, e poichè non si vuole affrontare il caso di
fondo (perché la Germania si rifiuta di guidare il nuovo
passo verso un'Europa federale e politica e quindi capace di
affrontare questi problemi) mancando la struttura per cui
una moneta senza un tesoro federale non può esistere, ci
troviamo tutte le volte ad affrontare questa crisi nell'euro
che provoca contorsioni ed è ormai abbastanza grottesca".

"Tutto questo lascia interdetti - dice Bonino - ed è
difficile da comprendere anche per un'europeista come me".
La Germania, ricorda la politica dei Radicali, "applica ad
altri ricette che non applica a se stessa: nel 2002 era il
grande malato d'Europa, che varò un grande programma
d'austerità ma violò i patti per poterlo portare avanti.
Oggi la Germania - spiega - non vuole fare lo stesso per
altri Paesi".

"Vedo il progetto europeo a rischio da parecchio tempo",
commenta ancora Bonino. "Non penso che la Germania abbia
complottato contro qualcuno, non me ne importa, rimane il
fatto che oggi è l'economia più potente dell'area. Col
potere viene la responsabilità, che la Germania, anche per
ragioni elettorali, o per una visione a corto o cortissimo
raggio si rifiuta di esercitare".

Parlando del risultato elettorale, Bonino commenta così: "È
stata soprattutto una pernacchia liberatoria rispetto alla
situazione partitica italiana, ma se andiamo avanti così,
sottotraccia ci saranno tutti gli elementi antieuro, che
potranno determinare la prossima campagna
elettorale".(Public Policy)

LEP

© Riproduzione riservata