Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Datagate, Ue: bene annuncio degli Usa sulla protezione dei cittadini, ma alle parole seguano i fatti

datagate 25 giugno 2014

ROMA (Public Policy) - L'annuncio del Procuratore generale statunitense circa l'intenzione dell'amministrazione Obama di far rientrare anche i cittadini europei nel campo di applicazione del Privacy Act "è un passo importante nella giusta direzione". Lo ha detto Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea e commissario per la Giustizia, in occasione del vertice Ue-Usa sulla Giustizia e gli Interni ad Atene.

"Le iniziative legislative statunitensi mirano a permettere agli europei di ricorrere in sede giudiziaria" sulle materie che riguardano la privacy "e può aprire la porta al raggiungimento di un accordo sulla protezione dei dati", ha aggiunto la vicepresidente.

"Le misure annunciate dall'amministrazione Usa colmeranno un gap tra i cittadini americani ed europei. Aspettiamo ora che le parole siano trasformate in atti legislativi", ha concluso Reding. (Public Policy)

RED

© Riproduzione riservata