Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Ddl Concorrenza, che fine farà la 'norma Booking'?

booking 16 marzo 2016

ROMA (Public Policy) - di Viola Contursi - Continua al Senato la trattativa, tutta interna al governo, sulla cosiddetta 'norma Booking' contenuta nel ddl Concorrenza.

Con il dipartimento delle Politiche Ue (e i relatori) che vorrebbero inserire un comma per demandarne l'entrata in vigore a dopo l'ok da parte dell'Europa, e il ministro dei Beni culturali e del turismo Dario Franceschini che invece vuole lasciare la norma così com'è.

Secondo quanto si apprende al nodo stanno lavorando i relatori Salvatore Tomaselli (Pd) e Luigi Marino (Ap) che dovrebbero presentare una propria riformulazione su questo, in commissione Industria al Senato, la prossima settimana.

La norma in questione, inserita nel ddl Concorrenza dalla Camera in prima lettura, dà la possibilità agli alberghi, presenti su piattaforme come Booking.com o Expedia con proprie offerte, di offrire le stesse stanze a un prezzo ribassato sul proprio sito internet. (Public Policy)

@VioC

© Riproduzione riservata