Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Le Regioni puntano i piedi su Rc auto e carburanti

liberalizzazioni 08 maggio 2015

ROMA (Public Policy) - "Le Regioni hanno comunicato di ritenere fondamentali per l'espressione del proprio parere gli emendamenti proposti per quanto riguarda il settore delle Rc veicoli a motore (articolo 3), e le modifiche chieste all'articolo 22, relativamente alla concorrenza nella distribuzione dei carburanti per autotrazione".

È quanto si legge in un documento inviato al governo dalla conferenza delle Regioni, di cui Public Policy ha preso visione, uscito dalla riunione tecnica che si è tenuta il 29 aprile scorso sul ddl Concorrenza, all'esame delle commissioni Finanze e Attività produttive della Camera. Le Regioni avanzano quindi delle richieste "all'accoglimento delle quali hanno condizionato l'espressione del parere sul provvedimento che, in caso contrario, risulterà negativo".

In particolare le Regioni chiedono che sia quantificato, con un tetto minimo, lo sconto sull'Rc auto previsto per chi acconsente, ad esempio, a montare sulla propria autovettura la scatola nera, e che venga eliminato l'articolo 22, che attualmente elimina una barriera all'entrata per l'installazione di nuovi impianti di distribuzione di carburanti, disponendo che non possa essere posto in nessun caso il vincolo della presenza contestuale di più tipologie di carburanti. (Public Policy) VIC

© Riproduzione riservata