Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il ddl Riforme e i giudici della Consulta, cosa cambia

parlamentari 04 dicembre 2015

ROMA (Public Policy) - L'aula della Camera ha approvato, senza modifiche, l'articolo 37 del ddl Riforme che modifica l'elezione dei giudici della Corte costituzionale.

L'elezione dei giudici della Corte costituzionale non avverà più con una seduta comune del Parlamento (come invece stabilito in precedenza e come avviene oggi), ma verranno eletti separatamente: tre dall'assemblea di Montecitorio e due dal futuro Senato delle autonomie.

Questo per evitare, con una seduta comune, la sproporzione tra i rami del Parlamento (i deputati rimarranno 630 ma i senatori scenderanno a 100). (Public Policy) SOR

© Riproduzione riservata