Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

DEBITI PA, 3 EMENDAMENTI GOVERNO SU IMU AI COMUNI, RISORSE, BILANCI

fisco 01 giugno 2013

DEBITI PA, 3 EMENDAMENTI GOVERNO SU IMU AI COMUNI, RISORSE, BILANCI

(Public Policy) - Roma, 3 giu - Il Governo è in procinto di
depositare nuovi emendamenti al decreto debiti Pa in
commissione Bilancio al Senato. Lo rivela una fonte a Public
Policy.

La notizia arriva quando è iniziata da poco in commissione
Bilancio al Senato
la discussione sugli ultimi emendamenti
al decreto debiti Pa presentati per l'Aula (circa 40, quasi
tutti del M5s e vari Odg). In commissione è presente anche
il viceministro di Economia e Finanze Stefano Fassina.

Il testo, su cui i relatori avevano presentato giovedì
scorso un maxiemendamento poi approvato dalla commissione
Bilancio, è atteso in Aula alle 17 ma il via libera da parte
del Senato dovrebbe esserci a questo punto domani mattina,
non oggi.

Una novità, questa, preannunciata da una lunga riunione a
porte chiuse, che dura da più di 20 minuti, tra i relatori
del decreto Giorgio Santini (Pd) e Antonio D'Alì e il
sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta.
Secondo una fonte i nuovi emendamenti sarebbero il frutto
di un pressing dell'Anci.

Dopo questa ulteriore modifica al testo, che verrà poi
votata in Aula, il decreto sarà poi rinviato alla Camera
dove è atteso tra domani e mercoledì. Dovrà poi essere
convertito in legge entro il 7 giugno.

TUTTI I LANCI DI PUBLIC POLICY

DEBITI PA, DA MAGGIORANZA OK A RICHIESTA ANCI: PROROGA BILANCI A 30 SETTEMBRE

(Public Policy) - Roma, 3 giu - Uno dei tre emendamenti al
decreto debiti Pa che il Governo e i relatori hanno
presentato in Aula sancisce la proroga dal 30 giugno al 30
settembre per la presentazione dei bilanci dei Comuni. È
quanto si apprende da una fonte.

Questa dei bilanci è una norma che risponde a una precisa
richiesta avanzata dall'Anci (Associazione nazionale comuni
italiani). D'altronde tutti e tre gli emendamenti presentati
oggi dal Governo, proprio a ridosso dell'approdo in Aula del
decreto, rispondono a precise richieste dei Comuni.

Per quanto riguarda i bilanci, era stato il presidente Anci
Alessandro Cattaneo a chiedere espressamente di "prorogare
al 30 settembre prossimo il termine per la presentazione dei
bilanci di previsione". E aveva motivato la richiesta
sostenendo che, "in considerazione del quadro ancora
incompleto e confuso della finanza locale" i Comuni sono
"costretti a richiedere una proroga del termine per la
predisposizione dei bilanci di previsione".

DEBITI PA, SANTINI (PD): EMENDAMENTO CHIARISCE PROROGA EQUITALIA

(Public Policy) - Roma, 3 giu - "Abbiamo fatto un ritocco al
nostro emendamento, chiarendo che a Equitalia viene
prorogata per tutto il 2013 la riscossione di tutti i
tributi e non solo della Tares". Lo ha detto a Public Policy
il relatore del decreto Pa al Senato Giorgio Santini del Pd.

Il senatore si riferisce a una norma contenuta
nell'emendamento riassuntivo dei relatori, votato a
maggioranza giovedì scorso in commissione Bilancio al
Senato, che proroga di altri sei mesi la possibilità per i
Comuni di affidare a Equitalia la riscossione delle tasse.
Una norma molto voluta dall'Anci. Nel testo dei relatori
però la modifica appariva riferita solo alla Tares e poteva
creare dei disguidi.

Nella volontà dei relatori invece, come Public Policy aveva
scritto, c'era e c'è l'intenzione di prorogare la
riscossione di Equitalia per tutti i tributi fino al 31
dicembre 2013.

DEBITI PA, D'ALÌ (PDL): BENE GOVERNO, EMENDAMENTO RESTITUISCE IMU "D" A COMUNI

(Public Policy) - Roma, 3 giu - "Grazie al Governo che ci ha
presentato un emendamento con il quale viene restituito
l'Imu sugli immobili cosiddetti strumentali ai Comuni. L'Imu
sugli immobili di categoria D si era praticamente
trasformata in una tassa dello Stato sui Comuni". Lo ha
detto in Aula al Senato il relatore del decreto debiti Pa al
Senato Antonio D'Alì del Pdl.

Il senatore si riferisce a uno dei tre emendamenti
presentati dal Governo in Aula e che prevede la
restituzione, in due anni, ai Comuni dell'Imu pagata per gli
immobili comunali di categoria D.

DEBITI PA, INIZIATA IN AULA DISCUSSIONE DECRETO. VERSO VIA LIBERA DOMANI

(Public Policy) - Roma, 3 giu - È iniziata da poco in Aula
al Senato la discussione sul decreto debiti Pa che dovrebbe
avere il via libera da Palazzo Madama domani mattina.

Il Governo, si è deciso nel primo pomeriggio durante la
seduta della commissione Bilancio, si appresta a presentare,
come anticipato da Public Policy, tre nuovi emendamenti su
restituzione dell'Imu sui capannoni comunali, bilanci degli
enti locali e allargamento delle maglie del fondo di
solidarietà.

Per il resto in Aula il testo, licenziato giovedì scorso
dalla commissione Bilancio del Senato, si presenta con una
quarantina di emendamenti: uno è quello "maxi" dei relatori
Giorgio Santini (Pd) e Antonio D'Alì (Pdl) e gli altri del
Movimento 5 stelle.

In più per l'Aula sono stati presentati una decina di
Ordini del giorno.

DEBITI PA, 3 EMENDAMENTI GOVERNO SU IMU AI COMUNI, RISORSE, BILANCI

(Public Policy) - Roma, 3 giu - Restituzione ai Comuni
dell'Imu pagata sugli immobili di categoria D (ad esempio i
capannoni industriali) in due anni, slittamento del termine
per la presentazione dei bilanci degli enti locali in
dissesto, integrazione delle risorse per i Comuni.

Questi i temi dei tre emendamenti che il Governo si
appresta a presentare in Aula del Senato al decreto debiti
Pa, secondo quanto apprende Public Policy.

"Il Governo - dice uno dei relatori al decreto in commissione
Bilancio al Senato, Giorgio Santini del Pd - ha presentato
degli emendamenti con cui siamo d'accordo. Gli emendamenti
in particolare si riferiscono al differimento dei tempi, per gli
enti locali in dissesto, per presentare i bilanci e a una norma
che riguarda un contenzioso Anci sull'Imu pagata per gli
immobili comunali di categoria D. Si parte dal presupposto
che l'Imu non fosse dovuta su quegli immobili e quindi si
sancisce che verrà restituita ai Comuni per il 2012-2013".

"Gli emendamenti - dice l'altro relatore del decreto,
Antonio D'Alì del Pdl - vanno incontro a ulteriori esigenze
dei Comuni. Riguardano il fondo di solidarietà e
l'assoggettamento all'Imu degli immobili comunali di
categoria D, il cui gettito tornerà ai Comuni. Si tratta di
una partita da 600 milioni di euro". (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata