Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

DEBITI PA, OK "FASE DUE" PAGAMENTI, DETTAGLI IN LEGGE STABILITÁ 2014

debiti pa 13 maggio 2013

DEBITI PA, OK "FASE DUE" PAGAMENTI, DETTAGLI IN LEGGE STABILITÁ 2014

(Public Policy) - Roma, 13 mag - Via libera a una "fase due"
di pagamenti dei debiti delle Pa, ovvero di nuove erogazioni
per pagare i debiti arretrati della Pubblica
amministrazione. Tutto peró è rimandato alla legge di
stabilità 2014, quindi a settembre.

La legge di stabilità 2014 potrà autorizzare il pagamento
dei debiti ceduti alle banche e agli intermediari finanziari
mediante assegnazione di titoli di Stato o, ed è questa la
novità, con erogazioni di istituti finanziari, in primis la
Cassa depositi e prestiti.

A stabilirlo, come spiegano il sottosegretario all'Economia
Pierpaolo Baretta e il relatore alla Camera del decreto sui
debiti Pa Marco Causi, due emendamenti (il 7.30 e il 7.50)
al decreto sui pagamenti dei debiti Pa approvati stamattina
in commissione Bilancio alla Camera.

L'emendamento 7.30, così come riformulato e approvato,
spiega Baretta, non "cita espressamente la Cassa depositi e
prestiti ma prevede che con la prossima legge di stabilità
possano essere coperti ulteriori pagamenti" di debiti
arretrati "con emissione di titoli o crediti di istituti
finanziari".

"Si apre così la strada - commenta Causi - a una
possibilità che è simile al sistema spagnolo". I dettagli
peró "vanno studiati meglio" e per questo, conclude il
relatore, viene tutto rinviato alla Legge Finanziaria 2014.
L'altro emendamento approvato, il 7.50 dei relatori,
prevede nero su bianco l'avvio della fase due dei pagamenti.
Stabilisce infatti che alla nota di aggiornamento del Def
2013 venga allegata una relazione relativa all'attuazione
del decreto sulle Pa in cui si indicano "le iniziative
eventualmente necessarie, da assumere anche con la legge di
stabilità 2014, al fine di completare il pagamento dei
debiti delle Amministrazioni pubbliche maturati al 31
dicembre 2012".

DEBITI PA, COMPENSAZIONE PER DEBITI FINO A DICEMBRE 2012

(Public Policy) - Roma, 13 mag - Le imprese potranno portare
in compensazione tutti i debiti contratti entro il dicembre
2012. Questa è la novità introdotta nel decreto sul
pagamento dei debiti Pa grazie a un emendamento approvato in
commissione Bilancio alla Camera stamattina, lo rivela uno
dei relatori del decreto, Marco Causi del Pd.

"Abbiamo approvato un emendamento - spiega Causi - con il
quale il meccanismo delle compensazioni crediti-debiti potrà
essere utilizzato per tutti i debiti maturati fino a
dicembre 2012 mentre il testo inizialmente prevedeva la
scadenza di aprile 2012".

Causi rivela anche che nello stesso emendamento si prevede
che le certificazioni dei pagamenti da parte delle Pubbliche
amministrazioni "avranno la data del pagamento e questo è
molto importante per i debiti con l'agenzia delle entrate e
quindi anche con l'Inps". (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata