Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Cosa ne pensa del Def la commissione Lavoro al Senato

def 16 aprile 2015

ROMA (Public Policy) - La commissione Lavoro al Senato ha dato parere favorevole al Def con alcune osservazioni. In particolare l'XI commissione sottolinea "la necessità di aprire il sistema nazionale agli investimenti diretti esteri e stimolare gli investimenti interni".

A tale scopo, sottolinea la commissione "sul piano della politica del lavoro, occorre per un verso, dare agli operatori una prospettiva credibile di copertura per l'anno in corso e di estensione anche agli anni prossimi della riduzione del cuneo fiscale e previdenziale sulle retribuzioni nel periodo iniziale dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato".

Nel parere si chiede inoltre "l'istituzione di una Agenzia nazionale per l'impiego capace di stabilire gli standard di efficienza e gli obiettivi da raggiungere, di controllarne il raggiungimento e surrogarsi alle strutture regionali che se ne rivelino incapaci; una più stretta cooperazione tra centri per l'Impiego e operatori accreditati specializzati nell'assistenza ai lavoratori nella ricerca della nuova occupazione; una più stretta combinazione tra le politiche passive, di sostegno del reddito dei disoccupati, con quelle attive, mirate al loro rapido reinserimento nel tessuto produttivo, anche al fine di rendere effettivo il principio di condizionalità dei trattamenti di disoccupazione ed evitare che essi producano un allungamento dei periodi di inattività delle persone stesse". (Public Policy) VIC

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata